Bere vino prima di dormire aiuta a perdere peso. lo dice la Washington State University e Harvard

Bere vino prima di dormire aiuta a perdere peso. lo dice la Washington State University e Harvard

Troppo bello per essere vero: bere vino rosso farebbe perdere peso (prima di andare a letto)

Quest’articolo potrebbe essere rubricato sotto la voce “troppo bello per essere vero”, ma due recenti studi suggeriscono che bere vino potrebbe contribuire a stimolare la perdita di peso, soprattutto se bevuto prima di dormire.

Secondo Le bevande business, i ricercatori della Washington State University hanno scoperto che il resveratrolo, un polifenolo contenuto in particolare nella buccia degli acini d’uva rossa, ma che è possibile trovare anche in altri alimenti come i frutti di bosco, frutta secca come arachidi, pistacchi e così via, può contribuire a trasformare il grasso bianco testardo in grasso bruno, che non metabolizza efficacemente gli acidi grassi in adenosina trifosfato, causando un aumento della produzione di calore. Un altro studio condotto dall’Università di Harvard ha invece constatato un legame tra il vino e la perdita di peso. I ricercatori hanno esaminato 20.000 donne sopra i 13 anni e hanno osservato che chi che ha bevuto due bicchieri di vino al giorno ha il 70% in meno di probabilità di essere sovrappeso.

Perché è meglio bere di notte?

Perché è meglio bere il vino di notte? Uno studio condotto nel 2012, che ha osservato gli effetti del resveratrolo sulle api, ha scoperto che la bevanda aiuta a ridurre la sensazione di fame. Potrebbe essere che il vino scoraggi semplicemente dal farsi uno spuntino a notte fonda.

Il miracoloso antiossidante

Prima di fare incetta di vino prima di andare a dormire, bisogna aggiungere che il professor Min Du, autore dello studio dalla Washington State University, invita comunque a non lasciarsi andare a inutili e pericolosi entusiasmi, dal momento che le benefiche proprietà ascrivibili al vino dipendono da diversi fattori, primo tra tutti la dose, che dev’essere moderata (2-3 bicchieri al giorno nell’uomo, un po’ meno nella donna): «Molti dei polifenoli benefici formano complessi insolubili e i livelli di resveratrolo nel vino possono variare a seconda del processo di filtrazione». Suggerisce, invece, di mangiare mirtilli, fragole o uva (o succo d’uva rosso), che sono tutti ricchi dell’antiossidante miracoloso, ritenuto una vera e propria fonte di giovinezza.

 

(credits: la cucina italiana)

Fabio Guida

CEO di Followine, quando ha un po' di tempo scrive quattro righe.

Articoli Correlati

Accedi

Registrati

Recupera Password