Vino sofisticato a Caserta, operazione "Dulcis in Fundo" - VIDEO e NOMI

Vino sofisticato a Caserta, operazione "Dulcis in Fundo" - VIDEO e NOMI

L’operazione Dulcis in Fundo è stata un vero e proprio scacco a chi opera ai danni del Made in Italy.

Come trattato nei giorni precedenti, la procura di Napoli, unitamente al Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Caserta, agli ispettori dell’ICQRF (Ispettorato Centrale della tutela della Qualità e della Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari) del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, è riuscita a smantellare una vera e propria organizzazione criminale del settore vitivinicolo, per un giro da 12 milioni di euro circa.

Alteravano prodotti vitivinicoli, soprattutto vino, con zucchero di provenienza illecita, privo di alcun tipo di controllo, originario soprattutto dalla Slovenia e dalla Serbia.

lo zucchero veniva smerciato, a nero, da società “cartiere”, a favore di numerosi operatori vitivinicoli italiani, per sofisticare i loro prodotti. i 36 indagati sono il frutto di articolate indagini e controlli, a partire da movimenti sospetti registrati dalla piattaforma SIAN (Sistema informativo Agricolo Nazionale) circa il carico e scarico di sostanze zuccherine.

Da qui ha preso il via l’inchiesta che ha portato, oltre al fermo degli operatori della rete criminale, anche al sequestro di 2 depositi, a Carinaro (CE) e Formigine (MO) in cui erano stipate ingenti quantitativi di zucchero e macchinari:

900 tonnellate di zucchero solido, 150 ettolitri di zucchero liquido, 2 cisterne mobili, una cisterna fissa, un miscelatore, 23 sacchi vuoti da 10 quintali, oltre a 10mila ettolitri di zucchero liquido.

Di seguito riportiamo i nomi dei fermati e delle aziende coinvolte:

ARRESTI DOMICILIARI

Santo Aimone, 64 anni, Sant’Antimo

Vincenzo Morrone, 30 anni, Sant’Antimo

Fabio Michele, 53 anni, Mason Vicentino

Michele Galotta, 44 anni di Quadrelle

OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE ALLA POLIZIA GIUDIZIARIA

Govanni Andrea Aimone, 40 anni di Sant’Antimo

Giovanni Aimone, 33 anni, nato a Caserta residente a Sant’Antimo

Vincenzo Bevilacqua, 39 anni di Capaccio

Antonio Ilario De Pirro, 50 anni di Nardò

Antonio Rocco Chetta, 64 anni di Lecce

IMPRESE COINVOLTE

Cib Industry (Lecce) 8.265.984 euro sequestrati

Adriatica Vini (Bari) 1.679.055 euro sequestrati

Agrisalento (Lecce) 559.695 euro sequestrati

Sidritaly Srl (Pastorano) 51520 euro sequestrati

Gruppo Am (Sant’Antimo-Carinaro) 799.784 euro sequestrati

Il Burrino srl (Aversa) 307.096 euro sequestrati

I Nostri Sapori (Melito) 267.832 euro sequestrati

Vallovin Srl (Trapani) 121.440 euro sequestrati

Fabio Guida

CEO di Followine, quando ha un po' di tempo scrive quattro righe.

Articoli Correlati

Accedi

Registrati

Recupera Password