Prosecco House, apre a Londra il primo locale dedicato al vino italiano

Prosecco House, apre a Londra il primo locale dedicato al vino italiano
In Inghilterra è un vero e proprio cult. Così il bianco frizzante, prodotto in Friuli-Venezia Giulia e Veneto, adesso ha una sua casa in riva al Tamigi. Seguici anche su Facebook

Più amato dello Champagne. I sudditi di sua Maestà hanno un debole per il prosecco. Una passione “cultish”, come la descrivono i media britannici, ossia con l’entusiasmo del culto. Che finalmente avrà il suo tempio oltre Manica.

E’ attesa infatti per il 9 febbraio l’inaugurazione del primo bar interamente dedicato al bianco frizzante che dal Nord Est d’Italia è partito alla conquista dell’Inghilterra.
Prodotto in 5 province del Veneto (Treviso, Venezia, Vicenza, Padova, Belluno) e in 4 del Friuli Venezia Giulia (Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine), adesso avrà una casa tutta sua nel palazzo One Tower Bridge affacciato sul Tamigi. Si chiama Prosecco House ed è il progetto dell’imprenditrice Kristina Issa.

Più amato dello Champagne. I sudditi di sua Maestà hanno un debole per il prosecco. Una passione “cultish”, come la descrivono i media britannici, ossia con l’entusiasmo del culto. Che finalmente avrà il suo tempio oltre Manica.

E’ attesa infatti per il 9 febbraio l’inaugurazione del primo bar interamente dedicato al bianco frizzante che dal Nord Est d’Italia è partito alla conquista dell’Inghilterra.
Prodotto in 5 province del Veneto (Treviso, Venezia, Vicenza, Padova, Belluno) e in 4 del Friuli Venezia Giulia (Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine), adesso avrà una casa tutta sua nel palazzo One Tower Bridge affacciato sul Tamigi. Si chiama Prosecco House ed è il progetto dell’imprenditrice Kristina Issa.

Il bar offre oltre 20 diverse etichette di Prosecco, scelte personalmente da Kristina. Gli ospiti potranno godersi un calice a partire da 7.50 sterline e una bottiglia da 30 (le bottiglie si possono anche acquistare e portare via, o ordinare a domicilio con UberEats e Deliveroo). Oltre al formato standard non mancano magnum o jeroboams.

Gli interni sono stati progettati dalla stessa Kristina con l’interior designer Justyna Czarnoba. Un tripudio di velluto, color arancio bruciato, verde e blu, per gli sgabelli e le poltrone. Poi marmi itlaiani, tavoli in bronzo antico con superfici in vetro specchiato. Il bancone, retroilluminato, ha un’ampia varietà di bottiglie esposte, una sorta di cantina luccicante, una parete refrigetrata che si estende su tutto il lato della sala.

La Prosecco House sarà aperta dalle 11 del mattino per gli aperitivi del pranzo e ogni giorno servirà anche caffè, oltre che stuzzichini: salame e prosciutto, gorgonzola, ricotta, pomodorini secchi e carciofini sott’olio. Tutto quanto occorre per l’atmosfera dell’aperitivo all’italiana. Ci sarà anche una piccola selezione di cocktail col Prosecco, tra cui Spritz, Bellini e cocktail speciali della casa.

 

 

(credits: ELEONORA COZZELLA – Repubbica.it)

Fabio Guida

CEO di Followine, quando ha un po' di tempo scrive quattro righe.

Articoli Correlati

Accedi

Registrati

Recupera Password