Vino: Qualità vs Quantità, Spagna leader nell'export mondiale 2017

Vino: Qualità vs Quantità, Spagna leader nell'export mondiale 2017

E' la Spagna leader dell'esportazione di vino su scala mondiale per l'anno 2017, ma con quale strategia?

La quantità a scapito della qualità. E' questa, a quanto pare, la strategia adottata dal paese iberico per il settore vinicolo.

I dati emergono dal rapporto dell'OEMV (Observatorio Español de los Mercados del Vino), secondo i quali la Spagna, per l'anno 2017, si è affermata leader dell'export mondiale del settore vino, esportando ben 22,8 milioni di ettolitri, per un valore di 2,850 miliardi di euro. Gli spagnoli si attestano quindi la pole position piazzandosi avanti all'Italia, seconda con 21 milioni di ettolitri esportati e 6 miliardi di euro, e la Francia, terza, con 15 milioni di ettolitri e 9 miliardi di euro.

Facile capire chi ne ha dedotto maggiori introiti: i cugini d'oltralpe, nonostante "l'esiguo" volume esportato rispetto a Spagna ed Italia, hanno registrato il fatturato maggiore.

Perchè?

Semplice, la Francia vende a una media di 6 euro al litro, l'Italia (che ha registrato 6 miliardi di euro di fatturato) vende a 2,78 euro al litro, la Spagna a solo 1,25 euro al litro.

Possiamo quindi affermare che l'attore principale è la scelta del consumatore: spendere di più per un buon vino, o acquistarne più vino spendendo di meno?

Il vino made in Italy , comunque, continua a godere di un'ottima reputazione nel mondo: nell'ultimo decennio, nonostante la crisi economica iniziata proprio nel 2008, il nostro export è cresciuto del 69% (459 milioni di bottiglie in più).

E voi cosa scegliete: qualità o quantità?

Fabio Guida

CEO di Followine, quando ha un po' di tempo scrive quattro righe.

Articoli Correlati

Accedi

Registrati

Recupera Password