luglio 2006

Dove tutto è iniziato

Fabio Guida ha il primo incontro con la contraffazione nel lontano 2006, proprio mentre l’Italia gioca la finale del campionato del mondo di calcio con la Francia. In quel periodo, Fabio lavora a Brighton (UK) come cameriere, un giorno nel ristorante in cui lavora arrivano delle bottiglie di vino spagnolo senza etichetta e il giorno dopo delle etichette originali dalla Toscana. Inizia così una piccola ricerca e parlando con i colleghi scopre che quella è una pratica diffusa anche negli altri ristoranti. Tornato in Italia riprende gli studi e quell’esperienza entra nel dimenticatoio anche perché in quegli anni non era disponibile nessuna tecnologia per combattere il fenomeno, non era nemmeno stato lanciato il primo iPhone.
Un pazzo furioso
Eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo
giugno 2016

Il primo ostacolo

Il team dello startup weekend si scioglie per differenti priorità che portano i ragazzi della facoltà di economia, conosciuti durante lo startup weekend, ad abbandonare il duo degli ideatori.
aprile 2016

Il premio

Passano gli anni e Fabio inizia ad avvicinarsi al mondo delle start-up tecnologiche, così insieme al suo amico programmatore Michele Massaro decide di partecipare allo startup weekend di Caserta. L’idea di un sistema anti-contraffazione riscuote un enorme successo tra la giuria e garantendo il secondo premio al team, all’epoca mywine, e il premio speciale Tiscali open campus. Parte così un periodo di studio intenso del mercato e delle possibilità offerte dalle odierne tecnologie, in modo da valutare i pro e i contro di portare avanti una società in quel settore.

Ermanno Petrenga

CFO

Michele Massaro

Dev

novembre 2016

Il bivio

Soppesati i pro e i contro, Fabio lascia il quinto anno di medicina per intraprendere la carriera imprenditoriale. Inizia un periodo di formazione e di intenso studio in ambito manageriale e imprenditoriale. Dopo aver acquisito le conoscenze di base iniziano gli studi approfonditi del settore con più di 130 produttori e 2000 consumatori di vino intervistati in giro per il mondo.
Ogni giorno più convinti di aver fatto la scelta giusta
dicembre 2016

I viaggi

Il team Followine scopre nuovi metodi di contraffazione, entrando in contatto con chi la contraffazione la fa o l’ha fatta in 15 paesi diversi. Così il team passa ad adeguare il sistema integrando i nuovi dati raccolti e creando sulla carta qualcosa capace non solo di proteggere i prodotti dalla contraffazione ma un ecosistema inclusivo capace di capire chi c’è dietro a tale fenomeno.
gennaio 2017

Gli squali

Fabio ed Ermanno volano a Milano, per cercare finanziatori, qualcuno in grado di portare alla nascita ciò che fino a quel momento è solo un insieme di dati e note su un foglio di carta.

La chiusura della stazione centrale, costringe i due a passare una notte al freddo e al gelo in pieno Gennaio.

Nonostante la notte al freddo, saliti sul treno del ritorno ricevono chiamate da due investitori interessati a Followine.

Sembra quasi una bella favola, se non fosse per il fatto che, dopo settimane di contrattazioni, una volta accordatisi sulla cifra e sull’equity da cedere, nascono dei problemi legati alla visione futura del progetto. Credendo fortemente nella visione di Followine, decidono di rifiutare le offerte e proseguire per la propria strada.
Due folli a Milano

Daria Malyutina

Sommelier

Concetta Citera

Sommelier

aprile 2017

Il grant

Followine partecipa al concorso organizzato da next-economia al salone CSRIS della LUISS, riuscendo a vincere il premio come migliore comunicazione/narrazione di impresa sostenibile con un Grant di 1.000€. Anche se pochi erano i primi fondi raccolti dal team, una bella soddisfazione.
Un passo alla volta
maggio 2017

La favola

Ma Followine necessita di fondi maggiori per assumere personale qualificato, dato che in Italia la propensione al rischio è molto bassa non riescono a trovare altri co-founder. Decidono così di organizzare una raccolta di capitale privato da parte di piccoli investitori della zona, amici e familiari. Incredibilmente il progetto riscuote tanto successo da permettere di raccogliere in sole 24 ore la stessa cifra proposta dagli investitori e senza cedere equity. E questa volta la favola si avvera, rappresentando il punto di partenza di quella di Followine, così come la conosciamo adesso.
"Verso l'infinito ed oltre"

Giuseppe Garofalo

SMM

giugno 2017

Finalmente Followine

Dopo alcuni mesi d’attesa senza risposta dalla camera di commercio Fabio ed Ermanno decidono di andare di persona presso gli uffici dell’ente e aprire la società, nasce così Followine s.r.l. con sede nel piccolo paese di San Cipriano d’Aversa in provincia di Caserta.
Ogni storia inizia da un foglio e una penna

Giuseppe Morra

Dev

marzo 2018

La community

Grazie al lavoro costante di informazione e alla creazione di contenuti interessanti e coinvolgenti sul tema vino Followine raggiunge l’incredibile traguardo di 100.000 followers sui vari social e questo spinge il team a dare sempre di più ed allargare i propri orizzonti. Il futuro immaginato per Followine sembra sempre più vicino.
Grazie 100.000 volte

Emiliano Giustarini

Commerciale

maggio 2018

La blockchain

Followine si catapulta nel futuro integrando il sistema anti-contraffazione con la blockchain e creando un Token capace di garantire la nascita e l’autosostentamento di un vero e proprio circuito mondiale legato al settore vitivinicolo. Che garantirà quell’inclusione e quel coinvolgimento necessario per utenti e stakeholders capace di rendere l’eco-sistema followine sempre più efficace ed efficiente.

Raffaele della Rotonda

ICO/Legal

Erika Rosenstein

ICO ADV

Erika ha lavorato come Financial Reporter e Professional Trader prima di iniziare la sua carriera come ICO Advisor – occupandosi di aspetti finanziari e Investor Relations. Dopo aver studiato Corporate Finance al Trinity College Dublin e Business Law alla Heinrich-Heine-Universität Düsseldorf, ha conseguito un Master in Financial Risk Management. Lavora come ICO & Financial Advisor per società e Pubblica Amministrazione.
luglio 2018

Winescanner

Il Team followine lancia un servizio per avere maggiore appeal per i siti di e-commerce di vino, Italiani prima e internazionali poi. Dando la possibilità agli utenti di poter trovare il proprio vino preferito al miglior prezzo online.
agosto 2018

I maginifici 7 contratti

Il Team riesce ad entrare in contatto con il presidente di un consorzio Campano che innamoratosi del progetto decide di essere tra i primi a sostenerlo e decide di inserire la propria cantina all’interno del progetto, così come fanno altri 6 lungimiranti viticoltori. I partner di Followine verranno annunciati dopo il lancio dell’app, resta aggiornato.

Armando Ponticelli

Designer

Scrivi la prossima pagina della nostra storia

Contattaci

Accedi

Registrati

Recupera Password