Vino Arancione: lo conoscete? Scopriamolo

Vino Arancione: lo conoscete? Scopriamolo
 Vino arancione, o orange wine, è una bevanda à la page ormai da qualche mese nei ristoranti più ‘cool’ del mondo.

Contrariamente a quello che si potrebbe credere, il vino arancione non è una trovata bizzarra – come nel caso del vino blu – perché la sua creazione risale ad alcuni millenni fa e la sua produzione non ha nulla di strano. Vi spieghiamo brevemente cosa si intende quando si parla di orange wine.

Come si produce

Considerato un “vino in voga”, il vino arancione in realtà risale all’Antichità e veniva consumato soprattutto nella regione del Caucaso.

Per produrlo si utilizzano semplicemente delle uve bianche che vengono vinificate seguendo lo stesso procedimento che si segue per il vino rosso. “Concretamente, l’operazione consiste nel far fermentare delle uve bianche con le loro parti solide, ovvero la pelle e a volte anche i graspi”, precisa Pierre Citerne, membro del comitato di degustazione de La Revue du vin de France. “La struttura del vino arancione è la risultante di un’unione tannica e minerale, a metà strada tra il vino bianco e quello rosso”, aggiunge L’Express.

Che sapore ha

Il vino arancione è un vino abbastanza fresco che presenta un’acidità abbastanza bassa. Spesso gli si attribuiscono un sentore di agrumi e delle note tostate. Nell’insieme, i vini arancioni si bevono con facilità e accompagnano bene un pasto.

Dove si beve

Originario del Causaso, il vino arancione attualmente è prodotto soprattutto nell’Italia del Nord e in Slovenia. È possibile trovarlo anche in qualche vigneto francese della regione del Languedoc, dello Jura, della Loira e della Savoia.

Il vino arancione è noto e consumato anche in Nuova Zelanda, Stati Uniti e Sud Africa.

Anche se non sono pochi i ristoranti francesi (e non) che propongono il vino arancione nella carta dei vini, è l’Europa dell’Est che detiene il primato in fatto di popolarità. Questa bevanda ha addirittura un evento dedicato dal 2015, l’Orange Wine Festival, nato a Isola, in Slovenia. Nel 2016 l’evento è stato celebrato anche a Vienna.

 

 

(credits: finedininglovers)

 

Fabio Guida

CEO di Followine, quando ha un po' di tempo scrive quattro righe.

Articoli Correlati

Accedi

Registrati

Recupera Password