Ancora zucchero nel vino, sequestri di Pinot Grigio nel Pavese

Ancora zucchero nel vino, sequestri di Pinot Grigio nel Pavese

Da Caserta all’Oltrepò, questa volta è Pavia nel mirino dei Nas di Cremona che hanno denunciato il titolare di una cantina oltrepadana per frode in commercio e contraffazione delle indicazioni geografiche e di origine.

i carabinieri del Nucleo Anti-sofisticazioni alimentari di Cremona, in collaborazione con  l’ICQRF lombardo hanno individuato e denunciato il proprietario di un’azienda vitivinicola per contraffazione delle indicazioni geografiche e di origine, oltre che per frode in commercio. L’accusa è scaturita da una pratica illecita di sofisticazione alimentare ormai a noi nota: l’aggiunta di zucchero al vino.

Secondo le indagini, nell’azienda veniva prodotto e stoccato, ai fini commerciali, vino che in etichetta riportava “Pinot Grigio IGT provincia di Pavia 2016”.

I Nas hanno fatto analizzare un campione del prodotto dai laboratori dell’ICQRF di Catania. Dalle analisi è emerso che tale vino presentava, oltre agli zuccheri di origine uvica, anche zucchero di canna e di mais.

Le forze dell’ordine hanno cosi disposto il sequestro di circa 280 ettolitri di vino sofisticato, per un valore che ammonta a circa 160mila euro.

Il nome della cantina non è stato palesato, ma apprendiamo che non è nuova a verifiche da parte degli organi di controllo, infatti già in passato i Nas avevano registrato irregolarità di natura amministrativa alle quali il titolare non ha ottemperato, facendo cosi scattare l’ordine per controlli più approfonditi dell’attività, i quali hanno portato alla luce l’attività illecita di contraffazione. Poi sono stati scoperti ulteriori 100 ettolitri di vino, dei quali il titolare dell’azienda non ha saputo fornire spiegazioni circa l’origine del prodotto. Di questi ultimi le forze dell’ordine ne hanno disposto la distruzione.

Oltre alle accuse citate precedentemente, sono state riscontate anche ulteriori e numerose violazioni circa la produzione e la vendita di altri prodotti vinosi, e diverse violazioni amministrative  per diverse decine di migliaia di euro, facendo scattare l’azione penale.

Fabio Guida

CEO di Followine, quando ha un po' di tempo scrive quattro righe.

Articoli Correlati

Accedi

Registrati

Recupera Password